mercoledì 7 settembre 2011

Debian testing col topo!

Vi racconto una storia di ordinaria amministrazione.

Ho un pc, per la precisione un Acer, con un hd di 320GB, 2G di memoria ram e una scheda video ati hd radeon 3450. Ci avevo installato ubuntu 11.10 e Xubuntu 11.04.

E' successo che da ieri il pc ha iniziato a crashare. Ho scoperto poi che la colpa era dell'hd, che presentava alcuni settori danneggiati. La scoperta, ahimè, l'ho fatta solo ieri sera.

Ieri mattina ero di tutt'altro avviso, pensavo che la colpa fosse dei sistemi operativi installati; così li ho tolti entrambi per installare debian testing.



Le cose però non sono andate in maniera molto lineare. In pratica, e per farla molto breve, ho provato ad installare debian per ben 4 volte, ma non ci sono riuscito; ogni volta, arrivato al login grafico (gdm), mi trovavo davanti uno spettacolo apocalittico, sfarfallio e colori alla rinfusa. E se minimamente mi accingevo ad entrare nella console, le cose peggioravano drasticamente. Mi era vietato ogni accesso.

C'è da dire che ero pronto ad andare a comprare un nuovo hd, quando il caro Lightuono mi ha messo strane idee in testa :D

Si trattava di vedere quali blocchi del disco si fossero danneggiati. Dopo aver scoperto che si trattava dei blocchi iniziali, ho isolato la prima parte del disco, semplicemente lasciandola come spazio non allocato.

Seguendo il metodo di light, ho preso una live e, una volta entrato in una shell, ho dato il seguente comando

$ sudo badblocks -sv -o log.log /dev/sda

Ho aspettato un'oretta abbondante per il responso, che ho letto così

$ cat log.log

A titolo informativo, i blocchi rovinati erano ben 5 :(

Tuttavia, nonostante avessi fatto questa operazione, ho provato, come dicevo, ad installare debian per la quarta volta, con esito negativo purtroppo.

Lo sconforto è stato tale da giurare che con debian non ci avrei voluto avere più niente a che fare. Mentivo!!! Ovvio.

Intanto, s'era fatta mezzanotte; ho spento tutto e sono andato a cenare.

L'ispirazione è arrivata intorno all'una. Cosa ho fatto?
Ho scaricato debian testing i386 netinst e, con Unetbootin, l'ho caricata sulla pendrive.

Ho acceso il pc e, dopo aver impostato il boot nel bios, ho iniziato la nuova installazione di debian (la quinta per intenderci). Dimenticavo di dire che intanto avevo reinstallato sul pc di nuovo Ubuntu 11.10 (che trovo molto migliorata rispetto alla versione 11.04).

Avevo maturato l'idea di installare debian testing con xfce4.8 :D

Ritornando all'installazione n.5, la prima cosa necessaria da fare è quella di selezionare la lingua italiana. Tutto il resto è estremamente semplice, basta leggere bene ciò che ci viene chiesto. Una cosa importantissima da ricordare è che quando si arriva alla sezione "selezione software", dobbiamo togliere la spunta ad "ambiente grafico" e lasciarla solo a "utilità di sistema standard"

Vabbè, io ho scelto l'inglese!! :D

Terminata l'installazione, ho tolto la chiavetta e cliccato su continua. Il sistema si è riavviato, ma il grub non è comparso e si è avviato ubuntu. Che gioia! Per ovviare al problema ho fatto così:

$ sudo gedit /etc/default/grub

e ho commentato così la seguente riga

#GRUB_HIDDEN_TIMEOUT=0


Ho salvato e aggiornato il grub

$ sudo update-grub

Certo, avrei potuto usare il tasto shift, ma me ne ricordo solo ora che sto scrivendo :D

All'ennesimo riavvio, ho avuto finalmente la possibilità di scegliere debian. Si viene catapultati direttamente nella modalità testuale (tty1). Ancora, infatti, il gdm non è installato. A questo punto, ho digitato il mio nome, la password (la pw utenti) e poi

$ su -

$ password root

# apt-get update

# apt-get install xorg xfce4 synaptic gdm3 wicd-gtk

Come potete vedere, ho installato solo lo stretto necessario. Ma la cosa più bella sapete qual'è stata? Non si trattava di debian testing, bensì di squeeze. Porca miseria, ho domato a stento l'istinto di buttare un urlo alla fantozzi. Eppure, ho controllato, si trattava proprio della testing!!! Boh!

Le disgrazie non sono finite mica qui! Finalmente oltrepasso il confine di gdm. La prima cosa che faccio è

su -

password root

apt-get /etc/apt/sources.list

e sostituisco, alle varie righe dei repository, la parola "squeeze" con "testing"

Dal terminale dò un bel apt-get update e poi apt-get dist-upgrade

Questo è un momento delicatissimo! Ne so qualcosa. (qui)

Dopo un'ora abbondante, riavvio il sistema, scelgo debian con il kernel 3.0.1 e, meraviglie delle meraviglie, mi trovo al punto di partenza: Frontiera grafica e testuale di nuovo invalicabili. Ma porca miseria ladra. Spengo tutto e faccio ripartire il pc

Questa volta al Grub scelgo il kernel più vecchio, il 2.6.32. Riesco ad entrare. Installo i driver  proprietari fglrx-driver

Riavvio e, finalmente, questa volta le cose sono andate per il verso giusto.

Ora, con cura dovrò scegliere i pacchetti da installare per arricchire la mia nuova distro. Intanto ho installato tutti i codec, ho abilitato "sudo", ho installato flashplugin, java, etc.

La cosa più bella è che finalmente ho debian testing con Xfce4.8. E solo con xfce4. Il mio grande sogno!!!

Eccola!!!

ecco Xfce4.8


Ora è proprio lei, la wheezy! :D

Ciao :)


10 commenti:

  1. IL solito Murphy che si prende gioco di noi. :D

    RispondiElimina
  2. Tante peripezie però un vero pinguino non si arrende mai :D

    Debian Testing + Xfce è una grande accoppiata *_*

    Il comando per i blocchi danneggiati non lo conoscevo, me lo segno :)

    RispondiElimina
  3. noo, questa DEVE essere divulgata..! :D

    RispondiElimina
  4. Secondo me era la scheda video fin dall'inizio. Mi è successo tempo fa con una ATI, non ricordo il modello.

    Francesco

    RispondiElimina
  5. ti complichi la vita bastava attribuire i permessi al topo!!!! hihihihi

    RispondiElimina
  6. potevi benissimo buttare un topo dentro il pc

    RispondiElimina
  7. @Mattux
    Nemmeno io lo conoscevo quel comando! Il caro Light ha il cilindro magico :D :D

    @Francesco
    Purtroppo non è così, a volte, quando sceglievo il sistema da avviare al grub, usciva un messaggio di errore, dove mi suggeriva di controllare il disco.

    @Perscicli
    "potevi benissimo buttare un topo dentro il pc"

    Caspita! Sarebbe stato più sbrigativo. ahahhaha LOL

    RispondiElimina
  8. Se vuoi riparare i settori danneggiati sul hard disk usa Hdd Regenerator 2011 della dposoft.net,procurati una versione full, google ti è amico :)

    RispondiElimina